E’ innegabile che i testi di Beyoce esprimano ritmo, e passione ma non sono questi gli argomenti su cui si concentra il corso organizzato dal dipartimento di arte e di studi culturali dell’Università di Copenhagen.

La cantante 36enne, verrà invece studiata, attraverso la visione dei suoi videoclip e delle sue canzoni per i suoi valori femministi e per riflettere su temi come genere, sessualità e razza.

Il corso lanciato dal professor Erik Steinskog, grande fan della cantante, ha più 75 iscritti. Secondo il prof. “Beyoncé è importante per capire il mondo in cui viviamo. E’ una delle più grandi artiste pop di oggi, tanto da essere fondamentale per comprendere la contemporaneità. Ci fa, ad esempio, capire cosa significa essere femminista, anche se la sua lezione è di fatto rivolta ad una audience non accademica. E’ difficile non rimanere impressionati da lei, è davvero brava in ciò che fa”.